La Scuola

La Scuola Superiore per Mediatori Linguistici di Castellanza nasce come Sede Periferica della Scuola Superiore per Mediatori Linguistici di Milano, fondata nel 2005 e intitolata a Prospero Moisè Loria, un mecenate che verso la fine del 1800 promosse con un astronomico lascito testamentario la creazione di una organizzazione tesa a migliorare la condizione dei più deboli attraverso l’istruzione e la formazione professionale.

Nel 2013 la Scuola, in seguito alla autorizzazione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, cessa di essere una Sede Periferica e con Decreto Ministeriale del 23 Settembre 2013 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 15 Ottobre 2013 diventa la “Scuola Superiore per Mediatori Linguistici Carolina Albasio”, ottenendo la piena autonomia statutaria, didattica, scientifica, organizzativa, finanziaria e contabile nello spirito della Costituzione della Repubblica Italiana e della vigente legislazione italiana ed europea.

La Scuola Superiore per Mediatori Linguistici Carolina Albasio è un Ente Pubblico Non Economico abilitato ad istituire e ad attivare corsi di studi superiori per mediatori linguistici di durata triennale e a rilasciare i relativi titoli, equipollenti a tutti gli effetti ai diplomi di laurea conseguiti nelle Università al termine dei corsi afferenti alla classe 3 delle lauree universitarie in “Scienze della mediazione linguistica” di cui al Decreto Ministeriale 4 agosto 2000, sostituito dalla classe L12 di cui al Decreto Ministeriale 16 marzo 2007.

La Scuola è intitolata a Carolina Albasio (1883-1921) una castellanzese che, allieva del Professor Camillo Golgi, insignito del Premio Nobel per la medicina nel 1906, frequentò la Reale Scuola di Ostetricia di Milano e conseguì nel 1907 il Diploma di Levatrice presso la Reale Università di Pavia. In seguito esercitò con grande passione la professione di ostetrica e contribuì con instancabile dedizione al miglioramento delle condizioni di salute delle puerpere e dei neonati della Città di Castellanza.