Sociologia dei processi culturali e della comunicazione

Docente: Ch.mo Prof. Andrea Bienati

Anno di corso: secondo

SSD: SPS/08

CFU: 7

Obiettivi formativi

Il corso è volto a fornire gli strumenti per condurre analisi, riflessioni e contestualizzazioni sul comportamento del singolo all’interno della societas. “Processi culturali” e “Comunicazione” saranno temi analizzati alla luce delle sfide del Nuovo Millennio e dei cambiamenti socio-politici nati nel XX sec. La progettazione creazione di percorsi per la prevenzione del pregiudizio, la gestione di azioni di media coverage e la corretta declinazione di sentimenti, storie e istanze saranno le capacità che ancoreranno il sapere delle teorie sociologiche acquisite durante il corso dai futuri mediatori linguistici e culturali.

Programma di studio

Dallo studio dell’evoluzione del pensiero sociologico, attraverso l’analisi dell’apporto dato dagli autori e dagli strumenti di comunicazione di massa, si passerà alla focalizzazione del significato di alcune “parole chiave” all’interno delle varie forme di societas, evidenziando soprattutto il rapporto tra le differenti “sottoculture di appartenenza”, che costellano la quotidianità. Il corso si articola in tre parti: una Generale – riguardante lo studio degli autori classici del pensiero sociologico e l’analisi della loro influenze nella vita della politeia; una sulla Comunicazione per la politeia – incentrata sull’analisi dei Media e dell’apporto fornito mediante il loro utilizzo nell’evoluzione del significato sociologico e politico delle parole: Comunicazione, Cittadinanza, Crimine, Cultura, Diritto, Emergenza, Gruppo, Ideologia, Lavoro, Mentalità, Migrazione, Politica, Potere, Pregiudizio, Reato, Società, Vittima; una Speciale – incentrata sull’analisi delle dinamiche sociali criminogene nei regimi democratici, in quelli autoritari e nei totalitarismi. In particolare sarà analizzato il caso del “Secolo dei Genocidi”, analizzando i casi: Armeni, Shoah, Ruanda e Srebrenica, ponendone in luce peculiarità e contesti storico-socio-culturali nei quali sono nati e hanno trovato compimento i differenti progetti di“Crimine di Stato”.

Bibliografia

– Discorsi su Socius et Societas (spunti di analisi e riflessione emersi nel corso: solo per i frequentanti).

parte generale (PER TUTTI):

Un testo a scelta tra i seguenti:
– A. Bagnasco, M. Barbagli, A.Cavalli, Sociologia:i concetti base base, il Mulino, 2013 (per i

frequentanti: capitoli indicati durante il corso);
– L. A. Coser, I classici del pensiero sociologico, il Mulino, 2006 (per i frequentanti: capitoli

indicati durante il corso);

– F. Crespi, Il pensiero Sociologico, il Mulino, 2002 (per i frequentanti: capitoli indicati durante l’anno);

– G. Pollini, A. Pretto, Sociologi: teorie e ricerche. Sussidio per la storia dell’analisi sociologica, F. Angeli, 2014 (per i frequentanti: capitoli indicati durante il corso);

– L. Sciolla, Sociologia dei processi culturali, il Mulino, 2012 (solo per i non frequentanti).

Parte sulla comunicazione politica (PER TUTTI): Un testo a scelta tra i seguenti:

– P. Cella Ristaino – D. Di Termini Politica e comunicazione, Name, 1998 (per i frequentanti: capitoli indicati durante il corso);
– R. Grandi, C. Vaccari, Come si vincono le elezioni: Elementi di comunicazione politica, Carocci, 2013 (per i frequentanti: capitoli indicati durante il corso);
– G. Mazzoleni, La comunicazione politica, il Mulino, 2012 (per i frequentanti: capitoli indicati durante il corso).

Parte speciale (PER TUTTI): Un testo a scelta tra i seguenti:

– H. Arendt, La banalità del male, Feltrinelli
– A. Bienati, Dall’Inchiostro al sangue, Proedi editore, Milano 2003
– A. Bienati, I signori dell’ombra, Proedi editore, Milano 2015 (in corso di pubblicaz.) – L. Leone, Srebrenica. I giorni della vergogna, Infinito, 2013
– J. Hatzfeld, A colpi di machete, Bompiani, Milano 2004
– I. Ternon, Gli Armeni 1915-1916. il genocidio dimenticato, Rizzoli, Milano 2007

Modalità di accertamento

Per gli studenti frequentanti: la prova di esame consisterà in un colloquio orale, nel quale il candidato inizierà proponendo un proprio percorso di approfondimento sul rapporto tra uno dei temi trattati a lezione e i Media contemporanei. Al termine della breve dissertazione egli dovrà rispondere a domande riguardanti gli argomenti delle lezioni e i testi scelti in Bibliografia (uno per ognuna delle tre parti), limitatamente ai capitoli indicati dal docente durante il corso.

Per gli studenti non frequentanti: la prova di esame consisterà in un colloquio orale, nel quale il candidato dovrà rispondere a domande riguardanti i temi trattati nei testi indicati in Bibliografia e scelti dallo studente per ognuna delle tre parti. Dal momento che il docente è sempre a disposizione per approfondimenti e delucidazioni, lo studente interessato, oltre a quanto indicato, potrà presentare anche un proprio breve percorso di analisi e riflessione su un tema riguardante una delle tre parti.